Author Archives: clickromanord

Notte Magica dell’Assunta – Capena

A Capena il 14 al 15 Agosto si festeggia Santa Maria Assunta con un rito particolare: due macchine, sulle quali vengono montate le immagini rappresentanti la Madonna e il Salvatore Benedicente, si incontrano in maniera spettacolare con i rispettivi cortei. Ciò è la rappresentazione di una credenza popolare che voleva la Madonna disperata per la perdita del figlio, al quale correva incontro dopo tre giorni di affannosa ricerca.

Per tutta la giornata del 14 agosto le immagini sono esposte per la venerazione dei fedeli: la Madonna delle Grazie presso la chiesetta omonima, il S. Salvatore all’interno del Palazzo dei Monaci (ex monastero dei monaci di S. Paolo) al centro storico, dove viene trasportato la sera precedente e vegliato per tutta la notte. Dopo la processione le macchine vengono collocate nella chiesa della Madonna delle Grazie, che ha titolo di santuario e di nuovo vegliate durante la notte

FB_IMG_1533599006297

FB_IMG_1533598928379

Santa Maria Assunta

La festa di Santa Maria Assunta ebbe origine a Roma nel VII-VIII secolo, probabilmente ai tempi di Papa Sergio I (687-701) al quale si deve l’istituzione della festività dell’ Assunzione. Dalla metà del IX secolo il fulcro di questo evento fu a Roma l’immagine acheropita (l’icona/reliquia di Cristo, secondo la tradizione “vero” ritratto del Salvatore, non dipinto da mano umana) del Sancta Sanctorum. Il rito consisteva in una solenne processione notturna da S. Giovanni in Laterano a Santa Maria Maggiore, passando per i Fori: era il Cristo stesso che visitava la madre nel momento della sua morte e ascensione al cielo.

A Capena la “visita” romana si trasformò in epoca imprecisata in un suggestivo “incontro” tra le immagini della Madonna delle Grazie e del S.Salvatore, portate a spalla dagli “incollatori” dopo una corsa pericolosa e spettacolare. Poco dopo il tramonto, le due immagini racchiuse in scenografiche macchine (baldacchini) cominciano a muoversi incontro partendo dai capi opposti del paese fino allo slancio finale, al momento in cui la Vergine ed il Figlio si trovano L’Una di fronte all’ Altro e gli incollatori si salutano abbracciandosi. In quel momento il cielo si riempie di luci, del suono delle campane, di fuochi d’artificio, del fumo e del fragore dei mortaletti.

da visitcapena.it

Quinta sagra del Fregnaccio -Anguillara Sabazia

Anguillara Sabazia presenta la V Sagra del fregnaccio: grazie all’impegno del Rione La Valle il 18 e 19 agosto 2018 sarà possibile, ancora una volta, assaggiare questa specialità anguillarina. Non mancheranno musica e intrattenimento, come in ogni buona festa paesana.

Il fregnaccio è un piatto classico dolce e salato. E’ una sorta di saccottino fatto con le piadine e riempito di formaggio pecorino o parmigiano o con la cioccolata; da sempre si accompagna con un buon bicchiere di vino locale, che scorrerà abbondante nei giorni della sagra.

FB_IMG_1533599065333

Notte delle Candele – Vallerano – Tuscia

Sabato 25 agosto 2018 ci spostiamo verso la Tuscia esattamente a Vallerano dove va in scena la fiabesca Notte delle Candele. Il centro storico del paese sarà  illuminato da centomila candele e animato da performance, installazioni e spettacoli. Vallerano organizza la dodicesima edizione della Notte delle Candele, la manifestazione conclusiva e di punta del festival Piccole Serenate Notturne, esistente da diciotto anni. Un appuntamento unico nel suo genere e di grande fascino. I lumi accesi nel borgo antico creano un’atmosfera surreale, con le fiaccole che illuminano i contorni di archi, case e chiese, incorniciando le porte e le finestre,  seguendo i tratti di scalinate e vicoli in un unico profilo magico. Suoni, immagini ed evocate emozioni in un paesaggio fiabesco e un’atmosfera mozzafiato che ha permesso di far conoscere la notte delle candele a livello internazionale. Stand gastronomici, street food e bus navetta. Il tema di questa edizione è incentrato sul Regno degli Abissi.

FB_IMG_1533393337419.jpg

« Vecchi articoli